PDF Stampa E-mail

La Concattedrale di Tarquinia

dedicata ai Santi Margherita e Martino. 

 

La prima notizia della Collegiata della Chiesa di Santa Margherita si ha in un documento del 18 aprile 1260.

Fu eretta a Cattedrale il 5 dicembre 1435, con Bolla In supremae dignitatis, da Papa Eugenio IV che a seguito dello sviluppo urbano di Corneto (l'odierna Tarquinia) decise di creare una nuova Cattedrale al centro del nucleo cittadino. In precedenza tale titolo apparteneva alla chiesa di S. Maria in Castello, situata fuori delle mura cittadine.

Cattedrale_Esterno_01

 

Cattedrale_Esterno_02

Tra il 1450 ed il 1460, fu ampliata dal Vescovo Bartolomeo Vitelleschi e solennemente dedicata il 3 luglio 1463.

La notte del 7 agosto dello stesso anno, la chiesa fu distrutta da un incendio che risparmiò soltanto l'attuale coro e la cappella del Salvatore.

La chiesa fu subito ricostruita e nel 1874 fu ulteriormente ampliata ed arricchita con ben nove altari e dedicata di nuovo nell'ottobre del 1879 al Vescovo Gandolfi.

Conserva opere di alto valore artistico, tra cui gli affreschi di Antonio da Viterbo detto il Pastura ed una pregevole tavola del Salvatore del Trecento.

Cattedrale_Interno_02Cattedrale_Interno_01